IEZZI, BENE UNESCO,ORA PROCEDERE VERSO QUALITA’ (ANSA)

ROMA, 7 DIC – “L’Associazione Pizzerie Italiane esprime grande soddisfazione per la decisione dell’Unesco di iscrivere l’Arte del ‘pizzaiuolo napoletano’ nella lista degli elementi dichiarati Patrimonio dell’Umanita’”. E’ quanto dichiara in una nota Angelo Iezzi, presidente nazionale dell’Api, aggiungendo che “La scelta dell’Unesco rappresenta un importante riconoscimento per chi esercita con sacrificio e passione la professione del pizzaiolo, merito che va indubbiamente esteso anche a tutto un comparto, a tutta una filiera fatta di maestranze, imprese fornitrici di materie prime e macchine professionali che non hanno mai smesso di investire nel ‘mondo pizza’”. Secondo l’Api, “Quello di oggi e’ un risultato eccezionale perché’ certamente identifica la pizza come tradizione italiana nel mondo. Un binomio vincente che Api valorizza già’ da ben 25 anni attraverso la formazione e i corsi in tutta Italia, a cui si aggiungono le recenti straordinarie aperture delle nostre scuole professionali a Dubai e a Dublino”. “Mi sento di dire, quindi, che il riconoscimento dell’Unesco, in un certo senso – conclude – va nella stessa direzione che la nostra Associazione sostiene da anni, ovvero di procedere verso la qualita’ della vera pizza italiana, fiore all’occhiello della nostra tradizione culinaria ed eccellenza che tutto il mondo ci invidia”. (ANSA).